Un soggiorno a Grado non è solo mare e visite a laguna e porto. E’ anche immergersi nella storia di un territorio unico, che attraverso i suoi simboli, soprattutto religiosi, è in grado di narrare la storia del luogo. Per i clienti dell’Hotel Ville Bianchi, uno dei cinque alberghi dell’SG Hotel Group, sarà facile immergersi nelle basiliche, nel Duomo e nel Battistero.

Il Battistero paleocristiano di Grado si trova accanto alla Basilica di Santa Eufemia, in Campo Patriarca Elia. Fu fatto costruire nel VI secolo dal Patriarca di origine beneventana Probino, come testimoniato dal suo monogramma riportato sulla lastra frontale dell’altare, dove colombe e pavoni fanno da cornice a una croce. L’esterno del Battistero è in cotto. Nello spiazzo antistante sono stati collocati due grandi sarcofagi romani di personaggi vissuti a Grado tra il II e III secolo.

Il Battistero ha forma ottagonale ed è dotato di otto alte finestre, una per lato, sotto le quali c’era un portico d’ingresso, oggi perduto. L’interno, molto semplice, contiene al centro la vasca battesimale esagonale, simile a quella della basilica di Aquileia, rivestita di cipollino verde; un altare decorato con frammenti scultorei, inserito in un abside ricavato nel lato orientale, illuminato da tre finestre; sulle pareti un mosaico, reintegrato nelle parti più chiare. Il pavimento a mosaico è suddiviso in parti trapezoidali, con decorazioni geometriche e floreali e un’iscrizione, dedicata al liberto Sesinio. Il soffitto in legno è stato ricostruito nel 1933. L’arte vi attende a Grado.