Lo sapevi che, immerso nel verde dei Colli Euganei, nell’antica città murata di Monselice, a pochi chilometri dall’Hotel Mioni Royal San di Montegrotto, uno dei sei alberghi dell’Sg Hotel Group, si trova un percorso che per diversi secoli è stato meta di pellegrinaggio di migliaia di fedeli? La Strada delle sette chiesette è un breve ma panoramico itinerario situato alle pendici della Rocca di Monselice, composto da sei cappelle e una piccola chiesa. Dal centro di Monselice si giunge all’inizio del percorso passando per piazza Mazzini e giungendo alla Porta Romana, da qui la strada continua per una leggera salita finché non si raggiungono le sette chiesette, un percorso breve ma che regala un bel colpo d’occhio sulla pianura Padana. Sulle pendici del Colle della Rocca, oltrepassata la chiesa di S. Giustina, si trova il più importante complesso monumentale religioso di Monselice. E’ il Santuario Giubilare delle Sette Chiese, costituito da sei cappelle che si susseguono lungo la via che sale fino al piazzale antistante Villa Duodo, dove si trova la chiesa di S. Giorgio.

Le sette chiese votive sono frutto del progetto di Pietro Duodo, nobile veneziano che aveva già edificato in questo luogo la propria residenza, con annessa cappella privata. Nel 1605 egli ottiene da Papa Paolo V il permesso di edificare ed intitolare le piccole chiese come le sette maggiori basiliche romane, ottenendo il medesimo privilegio dell’Indulgenza Plenaria. Il complesso, realizzato dall’architetto Vincenzo Scamozzi, rappresenta la Città Santa in miniatura a cui si accede tramite un portone monumentale sormontato dalla scritta “Romans Basilicis Pares”, che introduce alla via romana. Nelle chiesette si trovano sei tele di Palma il Giovane (1548-1628) con raffigurate le basiliche romane corrispondenti alle titolazioni di ciascuna cappella. Nella settima chiesa, quella di S. Giorgio, nel 1651 vengono portati da Roma i corpi di tre martiri e numerose reliquie. L’arrivo di nuove cospicue reliquie nel 1713 induce la famiglia Duodo ad aggiungere a fianco della chiesa un vero e proprio santuario in cui conservare i Corpi Santi.