Provare i piatti della tradizione gastronomica locale di San Martino di Castrozza significa intraprendere un vero e proprio percorso gourmet tra i sapori autentici della montagna. Coloro che desiderano concedersi alcuni giorni all’insegna del relax o delle escursioni scegliendo come base lo splendido Hotel Colfosco, uno dei cinque alberghi dell’Sg Hotel Group, il territorio propone percorsi enogastronomici unici nel suo genere, che faranno sentire il turista in un vero e proprio mondo del gusto.

Per intraprendere il cammino dei piatti cosiddetti “poveri” per la loro semplicità, ma non certo poveri di gusto: la tosèla,  un formaggio fresco da gustare caldo, rosolato a fuoco basso nel burro e accompagnato da polenta, funghi e salsiccia; gli strangolapreti, gnocchi di pane raffermo e spinaci insaporiti con uova, latte e sale, conditi con grana e burro fuso. Un entrèe perfetto per preparare il palato a importanti piatti di carne e selvaggina! Da provare anche gli gnocchi con ricotta affumicata e i canederli, vera e propria istituzione.

Infine, un lauto pasto tradizionale non può dirsi completo senza il dolce: spazio quindi a strudel di mele, torte di noci e miele, crostate di ricotta e freschi yogurt. Il segreto della bontà di questi piatti? La genuinità delle materie prime, provenienti dalle coltivazioni e dagli allevamenti locali. Famosissimi i prodotti di malga come i formaggi; la loro fama li precede e a ragion veduta sono il prodotto di una lunga tradizione casearia, perfetta espressione di un territorio ricco di pascoli e prati, l’habitat perfetto per animali e mucche che qui sono libere di pascolare e alimentarsi secondo natura. Grazie alle tecniche di lavorazione impiegate oggi è possibile assaporare un ampio e golosissimo assortimento di formaggi, insaccati, miele e frutti sono vere e proprie delizie da provare.